martedì 18 luglio 2017

Le carotine ( tortine soffici carote e mandorle)


Cosa c'è di più buono di una soffice torta di carote? Ovvio, una soffice torta di carote a forma di...carota!
Trasformare una semplice torta da colazione in un vero e proprio dessert, buonissimo e scenografico, è facile e vi farà fare un figurone con gli ospiti...soprattutto con quelli più piccoli!



Per realizzare Le Carotine vi basterà preparare una semplice torta di carote e mandorle, cuocerla in uno stampo rettangolare, tagliarla in tanti triangoli e ricoprirla prima con un delizioso frosting al formaggio cremoso ( che, si sa, con la torta di carote è la morte sua) e poi con una glassa allo zucchero a velo colorata di arancione. La stessa glassa, colorata, però, di verde, verrà utilizzata per realizzare i ciuffi che doneranno realisticità alla preparazione. Non sono adorabili?
La ricetta che ho utilizzato per la torta proviene da QUI ed è molto diffusa in rete. Otterrete un dolce davvero buonissimo, molto soffice e umido, perfetto da consumare al naturale, ma che con la glassa si trasforma in una vera bomba di bontà, provare per credere.
Le Carotine sono un modo diverso per portare in tavola un dolce classico e tradizionale e, perchè no, per far mangiare della verdura ai bambini, i quali impazziranno nel vedere queste tortine così buffe.
Non vi resta che correre in cucina a preparare queste delizie...mi ringrazierete!


LE CAROTINE
(per 8 tortine)

INGREDIENTI:
PER LA TORTA
  • 3 uova piccole
  • 250 g di carote
  • 200 g di farina 00
  • 200 g di zucchero a velo
  • 1 bustina di lievito
  • 100 g di farina di mandorle
  • 100 g di succo d'arancia
  • 80 g di olio di semi
  • scorza grattugiata di 1 arancia
  • sale
PER IL FROSTING
  • 250 g di Philadelphia
  • 200 g di panna fresca
  • 80 g di zucchero a velo
PER LA GLASSA
  • 60 g di albumi ( circa 2)
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • 330 g di zucchero a velo setacciato
  • coloranti in gel rosso, giallo e verde
PREPARAZIONE:
  1. Prepariamo la torta: Frullate insieme le carote grattugiate con il succo d'arancia, la scorza e l'olio fino ad ottenere una crema omogenea, priva di pezzettini.
  2. Montate le uova con lo zucchero a velo fino a renderle soffici e chiare. Unite la farina di mandorle e un pizzico di sale.
  3. Incorporate il frullato di carote e la farina setacciata con il lievito, poco per volta.
  4. Versate il composto in una teglia rettangolare ( da circa 26x20 cm) imburrata e infarinata e cuocete a 170° per circa 25 minuti. Lasciate raffreddare completamente.
  5. Per il frosting: ammorbidite il philadelphia e mescolatelo con lo zucchero a velo.
  6. Montate la panna a neve e incorporatela al formaggio cremoso con movimenti lenti dal basso verso l'alto.
  7. Tagliate la torta ormai fredda in 8 triangoli isoscele ( tagliate la torta prima in 2 parti in senso verticale per poi ricavare 4 triangoli da ogni metà) e spalmate il frosting su ogni triangolo, coprendo anche i lati.
  8. Preparate la glassa: Iniziate a montare gli albumi con il succo di limone. Quando avranno una consistenza schiumosa, aggiungete lo zucchero a velo, poco per volta, continuando a sbattere con la frusta.Otterrete una glassa liscia e lucida.
  9. Dividetela in 2 ciotoline e coloratene una di verde e una di arancione ( mescolando il rosso con il giallo). Trasferite le glasse in 2 sacche da pasticceria.
  10. Con la glassa arancione decorate la superficie e i lati delle "carote" spremendo dalla sacca dei filamenti sottili. Con la glassa verde disegnate sulla carta forno dei ciuffi stilizzati e lasciateli solidificare all'aria almeno per una notte ( con le temperature calde ponete il tutto in frigo). Quando saranno sodi al tatto staccateli con molta delicatezza dalla carta forno, aiutandovi magari con un coltellino e posizionateli sul lato corto delle carote. Vi consiglio di fare questa operazione direttamente sul piatto di portata in quanto i ciuffi saranno molto delicati e tenderanno a rompersi. 
  11. Servite immediatamente oppure conservate in frigorifero per un paio di giorni.

Note:
  • Con il riposo in frigorifero il sapore e la consistenza del dolce migliorano.
  • Se volete velocizzare la preprazione potete usare la ghiaccia reale già pronta che si trova ormai in tutti i supermercati.
  • I ciuffi saranno davvero molto delicati, vi consiglio di posizionarli prima di servire il dolce e di non toccarli. Qualora si rompessero, ricomponeteli sul piatto ( siamo pasticcione...mica pasticcere!!!!!)

Spero che questa ricetta vi sia piaciuta,
vi aspetto alla prossima,
baci,
Azzurra

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...